Donald Trump e Putin

Ricordate quando negli anni 90 tutti dicevano di non aver votato Berlusconi ed immancabilmente Berlusconi vinceva le elezioni? Ecco, è ciò che sta accadendo negli Stati Uniti ed ecco perché Donald Trump vincerà le elezioni. Donald Trump è un miliardario, ha iniziato la sua carriera come imprenditore edile. Si è arricchito evadendo le tasse e approfittando di leggi ad hoc che gli hanno permesso di eludere il fisco. Donald è un razzista lui ce l’ha con i neri, con i messicani, con i disabili, con gli arabi, con i musulmani. Lui odia i comunisti, ma stranamente ha amicizia con i russi.

senza-titolo-1

Donald Trumpcat

Donald Trump tratta le donne come oggetti, dice che se hai soldi puoi fare loro qualunque cosa. I capelli di Donald Trump sono “lammerda”. I media lo sbeffeggiano, i VIP lo contestano, eppure più di tanto nei sondaggi non scende. Per noi italiani tutto questo è un déjà-vu. La carriera di quest’uomo è in tutto e per tutto identica a quella del nostro ex cavaliere. Ecco perché possiamo tranquillamente affermare senza ombra di dubbio che vincerà le elezioni. Andare in giro ad intervistare la gente è una cosa completamente inutile, anche in Italia Berlusconi non lo votava nessuno, eppure le elezioni le ha vinte tutte. Questo perché il popolo americano non è poi così diverso da quello italiano. Adorano gli uomini che si son fatti da soli e fondamentalmente non importa come, l’importante è che siano riusciti a coronare il sogno di arricchirsi partendo da 0.

Il 23 ottobre il New York Times ha pubblicato un articolo contenente i 281 tweet offensivi partiti dal profilo del tycoon, credendo in questo modo di arrecare danno alla sua immagine. Niente di più sbagliato.  I populisti hanno un vantaggio sui veri politici. I veri politici vengono compresi solo da una parte dell’elettorato, i populisti parlano allo stomaco di tutti. Nessuno dei suoi elettori appoggerà in pubblico le sue affermazioni, ma tra le pareti di casa, lontano da sguardi indiscreti lo ringrazieranno per aver avuto il coraggio di dire ciò che loro non hanno il coraggio di dire (scusate il gioco di parole).

 I Donald Trump non si combattono con articoletti, non si combattono con i VIP o le testate giornalistiche. I Trump di tutto il mondo si combattono con la cultura, si combattono con la buona politica, si combattono migliorando lo stato sociale, combattendo la corruzione, la povertà, le diseguaglianze sociali. Pretendere di combattere questo miliardario con Hilary Clinton è ridicolo come lo è stato il pretendere di combattere Berlusconi a suon di Bersani. A persone carismatiche si risponde con persone carismatiche.

Non ci resta che incrociare le dita, ci stiamo per affacciare in un’epoca ancora più buia di quella che stiamo ancora vivendo.

4.00 avg. rating (84% score) - 2 votes
Non guadagno nulla con il mio blog e non sono interessato a farlo. Qui non troverai mai banner pubblicitari, se però questo articolo ti è piaciuto, ti ha trasmesso qualcosa o fatto riflettere condividilo sui tuoi Social preferiti per farlo leggere ai tuoi amici.