È una legge del mercato oggetto di studio nei corsi di Economia. Ogni azienda ha un ciclo di vita che rispetta questo schema: lo sviluppo, la maturità, il declino. Normalmente la curva del ciclo di vita è caratterizzata da:

  • Momento della nascita,
  • Momento della transizione da una crescita turbolenta ad una crescita più controllata,
  • Inizio della fase di stabilizzazione,
  • Inizio del declino.

Lo sanno bene grandi aziende che hanno fatto la storia come NOKIA e Microsoft. Più o meno questo ciclo di vita dura orientativamente dai 15 ai 20 anni.

La NOKIA negli anni 90 è stata leader indiscussa nel settore delle telecomunicazioni. All’epoca non esisteva persona che non avesse un 3310, un 8210 o un 5110 in tasca. Erano telefoni pazzeschi, abbastanza economici, veloci, minimali, massicci e soprattutto avevano batterie che duravano settimane con una sola ricarica.

Nokia_logo-2

Fino al 2004 Nokia è stata una corazzata che ha asfaltato lungo il suo cammino colossi come Ericsson, Samsung (che si riprenderà solo grazie alla partnership con Android) etc.

Ad un certo punto qualcosa però si è incrinato, Nokia ha iniziato a produrre un numero sempre maggiore di modelli di cellulare, affetti sul versante software da un numero sempre più alto di bug. Il declino coincise con l’apparizione sul mercato dei primi Smartphone sui quali, nel caso della casa produttrice finlandese, fece la sua comparsa il Symbian. E proprio il Symbian fu ritenuto dai vertici del colosso il SO su cui investire anche quando sul mercato si affacciarono colossi come Apple con iOS e Google con Android. Il resto è storia nota. Poca innovazione a fronte di prezzi sempre più alti e NOKIA scese dal trono con la stessa velocità con cui era salita ed infine, oramai sull’orlo della bancarotta, fu venduta a Microsoft (altra azienda che nel frattempo aveva perso il tram sulla strada del mercato del futuro).

Facciamo un salto temporale al 29 giugno del 2007 un rinato Steve Jobs, nuovo AD della Apple, presentò al mondo la sua creatura: la prima generazione di iPhone:

530201361437PM_635_Apple_iPhone_first_gen

Innovazione pura. Poteva scattare foto, navigare su internet e poteva essere usato come lettore Mp3. Materiali di prima scelta, design elegante ed una interfaccia semplice, anche ai meno avvezzi alla tecnologia, incoronarono Apple come regina incontrastata nel nuovo mercato che Steve Jobs aveva inventato. 
iphone-evolution-1024x315

Ciò che sarebbe accaduto negli anni a venire è noto, gli iPhone oggi sono tra i telefoni più venduti al mondo, oggetto di desiderio dei più. “Laggente” aspetta ore in fila pur di essere la prima ad accaparrarsi l’ultimo modello. Ma non solo, Apple col tempo ha ideato un dispositivo per ogni fascia di mercato. Vuoi un lettore musicale? iPod! Vuoi un telefono? iPhone! Vuoi un tablet? iPad! Vuoi un computer portatile? MacBook! Vuoi un Pc? iMac! Vuoi un orologio? Apple Watch!

Successo, quello di Apple, strameritato. L’attenzione ai dettagli (al contrario della concorrenza) ha fatto la differenza. Oggi però, a molti anni dalla dipartita di Steve Jobs, qualcosa è cambiato. Apple come Nokia inizia ad innovare meno e le quote di mercato possedute iniziano ad essere rosicchiate dalla concorrenza. In aggiunta (Corsi e ricorsi storici ci insegna G.Vico) il numero dei dispositivi in produzione è aumentato a dismisura creando, un tempo prerogativa di Android, frammentazione. Ai più attenti è sempre più percepibile una sempre minor attenzione all’utente finale. iOS mostra a mio avviso Bug sempre maggiori.
Attualmente possiedo un 6s Plus e quando l’ho ricevuto sono rimasto esterrefatto dalla moltitudine di lag e bug presenti. Ho dovuto attendere il rilascio di ben 6 versioni di iOS (9.01, 9.02, 9.1, 9.2, 9.2.1, 9.3) per riavere tra le mani un dispositivo fluido, con la certezza che più si avvicinerà iPhone 7 e più il mio dispositivo sarà condannato al girone dell’obsolescenza programmata (ad esempio ora con 9.3 ho si un dispositivo fluido, ma lamento un consumo di batteria eccessivo).

Ho parlato di scarsa innovazione dimenticando di far riferimento al prezzo in continua ascesa. Si, i prodotti Apple non sono mai stati economici. Con molta probabilità, se non fosse esistito Bill Gates, oggi a causa di Steve Jobs molti di noi non avrebbero potuto permettersi un Pc, ma questo è un altro discorso. Negli ultimi anni, fottesega per quale motivo, i prodotti Apple hanno subito una impennata di prezzi e questo avviene ad ogni rilascio di un nuovo prodotto, a fronte di non si è ancora ben capito quale innovazione (ancora vendono il 16 Giga, ma scherziamo?).

Frammentazione. Nel settore telefonia oggi abbiamo il 6SE, il 6S, il 6S Plus. Nel settore tablet l’iPad Air2, il Pro, il Mini, il Pro Mini. Nel settore portatili abbiamo il MacBook Pro e il Retina.

In pratica un casino ed ecco che mi viene in mente Nokia degli ultimi anni. Tanti prodotti, poca innovazione, prezzi gonfiati, poca attenzione all’utente finale.

Stai attenta Apple!

4.33 avg. rating (87% score) - 9 votes
Ti è piaciuto il mio articolo? Aiutami condividendolo sui tuoi Social preferiti:
  • Danilo Eucaliptus

    Sarà, ma questo declino lo vedo molto lontano

    • A mio avviso le similitudini tra i 2 colossi ci sono. Ho avuto 3GS, 4S e 6S Plus e mai con Apple ho avuto i problemi che ho riscontrato con le ultime versioni di iOS. Rallentamenti, Lag e stupide limitazioni. Spiegami ad esempio perché le Live Photo posso usare io e non uno che ha un semplice iPhone 6.

      • Danilo Eucaliptus

        Beh in parte hai ragione , ma forse voglio sperare che non accada mai , dato che anch’io ho lo stesso tuo Device

        • Avevo aggiornato a 9.3 e finalmente ho avuto tra le mani un dispositivo veloce e reattivo ma purtroppo:
          1) il consumo esagerato della batteria
          2) La speranza del Jailbreak
          3) La stupida limitazione del risparmio energetico
          Mi hanno spinto a ritornare a 9.2.1

          • Danilo Eucaliptus

            Beh sarà ma io con ios 9.3.1 ci faccio sempre le mie 7-8 ore di schermo acceso con luminosità automatica settata di fabbrica

  • Sandro Cassarino

    Per te avere 3-4 dispositivi per famiglia è definibile frammentazione?
    Vai a vedere quanti dispositivi ha commercializzato Samsung, HP o chi altro da gennaio ad oggi…

    • Assolutamente non è confrontabile con ciò che accade su Android, però io da possessore di 6 plus ho avuto per tanto tempo app non ottimizzate. Poi sono pareri personali ma a me piaceva che il telefono fosse iPhone poi 1 tablet, 1 portatile ed un fisso. Io ho avuto Apple dal 3GS, l’ho amata ma noto il fatto che non ci sia più quella attenzione ai dettagli di una volta. Il mio 6s Plus ha iniziato a girar bene con l’ultima versione, la 9.3.5. Prima di questa ho avuto solo tanti rallentamenti e bug. Ecco questo vorrei. Maggiore attenzione all’utilizzatore finale come era una volta.