Credere che le fake news siano un fenomeno dell’età moderna, legata quindi agli ultimi anni, è un errore madornale. Da sempre, per manipolare l’opinione pubblica, l’uomo ha fatto ricorso alle bufale. A volte vengono create per screditare qualcuno, altre per dare credito alle proprie teorie. Certo, fake news è una semplice notizia inventata ma io voglio ampliare il concetto.

C’è una domanda che cerca una risposta, nessuno riesce a trovarla e così si inventa una storia falsa però plasusibile, la storia ha successo e si trasforma in mitologia, iniziano a crederci così tante persone che ad un tratto la mitologia diventa religione. Il fatto però che miliardi di persone credano ad una cosa non basta per rendere la storia una cosa vera. Anzi può diventare qualcosa di molto pericoloso.

La creazione dell’universo, ad esempio, ancora oggi la scienza tenta di trovare una risposta, sappiamo che l’universo è in espansione e che quindi deve essersi generato in un punto preciso. Probabilmente un giorno, a meno che una guerra di religione non ci abbia sterminato prima, troveremo una risposta.

Una delle bufale più famose è il “Terrapiattismo“. Ci pensate? Ancora oggi c’è gente che crede che la Terra sia piatta. Non importano le foto scattate dai satelliti o le immagini riprese dalle stazioni spaziali, loro non cambiano idea. Chiunque prende per il culo i terrapiattisti, anche quelli che la domenica vanno a messa venerare un tizio invisibile che in 7 giorni ha creato l’universo, che con le sue mani fatate ha preso un po’ di fango e modellato il primo uomo, poi, accortosi che mancava qualcosa, spezzò una costola del primo uomo e creò la donna.

Farà anche ridere ma in questa bufala sono racchiusi due concetti che mi infastidiscono. Il primo è il far credere che il tutto sia stato creato intorno alla razza umana, il secondo è l’aver snaturato il ruolo della donna. Tutti sappiamo che si nasce da una donna, secondo la Bibbia invece è l’opposto.

“L’uomo al centro di tutto”, prima dei terrapiattisti c’erano i terracentristi. I terracentristi sono esistiti per lungo tempo, in principio fu sostenuto da personalità di tutto rispetto come Aristotale nell’Antica Grecia, successivamente divenne parte del credo della Chiesa di Roma. Grazie alla scienza sappiamo quanto sia ridicola questa teoria, ma per secoli criticarla poteva costare caro. Un certo Giordano Bruno ci rimise le penne quando fu bruciato in piazza per le sue afermazioni e Galileo Galilei ci andò molto vicino tanto che dovette rinnegare pubblicamente le proprie scoperte.

L’aver considerato la donna come una costola ha invece contribuito a relegarla ad un ruolo marginale nella società per secoli. Solo negli ultimi anni, grazie anche ad una fede in cui si crede meno, le cose sono cambiate.

C’è una frase di Ricky Gervais che mi ha lasciato il segno. “Se per caso la razza umana dovesse resettarsi perdendo tutti i libri sacri e scientifici, accadrebbero 2 cose. Entrambi, dopo secoli, verrebbero riscritti, i testi sacri conterrebbero storie diverse da quelle attuali, nuove spiegazioni, nuove storie, nuovi Dii. Il libri di scienza invece sarebbero esattamente come sono adesso”.

Socrate riteneva fosse fondamentale il dubbio. Ogni riga che si legge dovrebbe scatenare nelle nostre menti migliaia di domande a cui cercare di trovare risposte. Chi non ha dubbi è terreno fertile per fake news.

4.67 avg. rating (93% score) - 3 votes
Non guadagno nulla con il mio blog e non sono interessato a farlo. Qui non troverai mai banner pubblicitari, se però questo articolo ti è piaciuto, ti ha trasmesso qualcosa o fatto riflettere condividilo sui tuoi Social preferiti per farlo leggere ai tuoi amici.